Una domenica che a sorpresa svela il lato umano dei fratelli Marquez che nelle ultime settimane erano stati praticamente un caterpillar, ipotecando anzitempo la vittoria del Mondiale di Classe Regina e Moto2. Secondi e un po’ arrabbiati anche perché l’occasione dell’ennesima doppietta era ghiotta considerati una serie di fattori che rendevano il Gran premio d’Austria una tappa importantissima della stagione: per esempio, Binder sale sul gradino più alto del podio in una giornata particolarissima ossia proprio quando la KTM dà l’annuncio ufficiale che il prossimo anno non sarà più telaista in Moto2.

E che dire del ritorno di Romano Fenati? Proprio sulla pista di Spielberg il pilota era stato licenziato dal Team Sky VR46 per alcuni screzi considerati da entrambe le parti come insanabili. Passato in Moto2, impossibile dimenticare il gesto compiuto a sul circuito di Misano contro il collega Manzi, un blackout di buon senso che lo aveva portato ad una squalifica di due Gran Premi ma che soprattutto aveva sancito il suo licenziamento. Per lui questo è l’undicesimo successo in Moto3, una gioia dalla quale ripartire per costruire il proprio futuro.

E infine arriviamo alla vittoria di Andrea Dovizioso, praticamente impeccabile su tutta la linea. In una Domenica in cui Petrucci è irriconoscibile e in casa Ducati le acque sono agitate da strani rumors (poi puntualmente smentiti), Andrea Dovizioso raccoglie concentrazione ed energie e piega quello che più che un avversario sembra un Supereroe! Un ultimo sorpasso che fa alzare tutti in piedi, una gara dove tutto è andato secondo il programma di un pilota tenace e concreto che spesso deve fare i conti con critiche asprissime… come se quel Cannibale su Honda non fosse abbastanza!

ORDINE DI ARRIVO GP D’AUSTRIA

1. Dovizioso (Ducati)

2. Marquez (Honda)
3. Quartararo (Yamaha)
4. Rossi (Yamaha)
5. Vinales (Yamaha)
6. Rins (Suzuki)
7. Bagnaia (Ducati)
8. Oliveira (KTM)
9. Petrucci (Ducati)
10. Morbidelli (Yamaha)
11. Nakagami (Honda)
12. Zarco (KTM)
13. Bradl (Honda)
14. A. Espargarò (Aprilia)
15. Abraham (Ducati)
16. Iannone (Aprilia)

Rit. Rabat (Ducati)
Rit. Miller (Ducati)
Rit. Syahrin (KTM)
Rit. P. Espargarò (KTM)
Rit. Crutchlow (Honda)

 

 

 

CLASSIFICA GENERALE

1. Marc Marquez (Honda) 230

2. Andrea Dovizioso (Ducati) 172
3. Danilo Petrucci (Ducati) 136
4. Alex Rins (Suzuki) 124
5. Valentino Rossi (Yamaha) 103
6. Maverick Vinales (Yamaha) 102
7. Fabio Quartararo (Yamaha) 92
8. Jack Miller (Ducati) 86
9. Cal Crutchlow (Honda) 78
10. Takaaki Nakagami (Honda) 62
11. Pol Espargarò (KTM) 61
12. Franco Morbidelli (Yamaha) 58
13. Joan Mir (Suzuki) 39
14. Aleix Espargarò (Aprilia) 31
15. Andrea Iannone (Aprilia) 21

Copyright © 2019 by Sport Fiorentina edito da Urban Studios. - Privacy Policy.
Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il Numero Registro Stampa 6102 del 29/05/2019.
P.IVA: 02417440977 // Direttore Responsabile Paolo Giuliani // Editore: Federica Falciani