Aggionamento sulla Rugby World Cup 2019. Ecco risultati e situazione dei gironi.

Nel Girone A, Giappone che si riporta al comando della Pool. Vittoria contro Samoa (38-19) con mete di Lafaele, Himeno, Fukuoka, Matsushima per un successo con il bonus al termine di una gara fisica e spettacolare che vale un’ipoteca sui quarti di finale. Con l’Irlanda che non dovrebbe avere problemi a superare Samoa, appare sempre più decisivo il confronto diretto tra Scozia e Giappone del 13 ottobre.

Sudafrica in azione

Nel Girone B le vittorie del Sudafrica sull’Italia e poi sul Canada (66-7) delinea sempre più una classifica da pronostico. Difficile se non impossibile che gli azzurri superino gli All Blacks, e quindi primi due posti opzionati.

Azione Tonga

Nella Pool C l’Inghilterra batte l’Argentina si conferma una delle pretendenti al titolo e praticamente fa fuori i Pumas dal Mondiale. Il 39-10 inglese, firmato dalle mete di May, Daly, Youngs, Ford, Nowell e Cowan-Dickie, rende impossibile la rimonta Argentina sulla Francia che pur battendo Tonga di misura conquista il secondo posto. Anche per la prima piazza tutto deciso o quasi a favore dell’Inghilterra.

La meta di Petaia

Infine la Pool D dove, l’Australia supera con un perentorio 45-10 l’Uruguay e sorpassa momentaneamente il Galles. Dragoni che hanno però due gare abbordabili con Fiji e Uruguay e che quindi non dovrebbero avere difficoltà a passare per primi.

Le classifiche:
Pool A Classifica: Giappone 14; Irlanda 11; Scozia e Samoa 5; Russia 0.
Pool B Classifica: Sud Africa 15; Nuova Zelanda 14; Italia 10; Canada e Namibia 0.
Pool C Classifica: Inghilterra 15; Francia 13; Argentina 6; USA e Tonga 1.
Pool D Classifica: Australia 11; Galles 9; Fiji 7; Georgia 5; Uruguay 4.

Copyright © 2019 by Sport Fiorentina edito da Urban Studios. - Privacy Policy.
Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il Numero Registro Stampa 6102 del 29/05/2019.
P.IVA: 02417440977 // Direttore Responsabile Paolo Giuliani // Editore: Federica Falciani