Passare otto anni nel circuito continentale, con squadre britanniche, aspettando la chiamata giusta, molti avrebbero mollato, ma Matthew Holmes non l’ha fatto, e dopo otto anni è entrato nel Wolrd Tour e ha conquistato, a 26 anni,  la sua prima vittoria in carriera l’ultima tappa del Tour Down Under, riuscendo a battere Richie Porte sull’arrivo a Willalinga Hill dove il tasmaniano vinceva da sei anni consecutivi.

La tappa viene animata da una fuga di 26 Corridori, dentro proprio Homles, anche il nostro Matteo Boaro(Astana), la fuga all’inizio dell’ultima scesa verso Willalunga Hil ha ancora più di un minuto di vantaggio, ma dietro si sta per scatenare la battaglia per la classifica generale. Dietro infatti a forzare l’andatura la formazione del favorito numero uno Richie Porte, con davanti Kenny Ellyssonde, il quale cerca di tenere alto il ritmo, fino ai due kilometri all’arrivo, quando parte il Tasmaniano. Porte inizia a forzare l’andatura, spingendo sui pedali come il suo solito, uno ad uno i suoi avversari cedono, l’ultimo ad alzare la bandiera bianca è Simon Yates. Il corridore della Trek Segaffredo inizia la scatenata rimonta e all’ultimo kilometro piomba sull’ultimo superstite di giornata, Matthew Holmes della Lotto Soudal, il quale però non cede, cerca di stringere i denti mettendosi a ruota di Porte. Nel rettilineo finale una sorpresa attende i tanti appassionati sull’arrivo di Willalunga Hill, Holmes, passa Porte e vince l’ultima tappa di questo Tour Down Under, mentre Richie Porte porta a casa il suo secondo Tour Down Under.

La storia di Matthew Holmes sembra una favola, otto anni di gavetta in squadre britanniche continetal, con pochi piazzamenti, solo due nel giro dello Yorkshire, aveva quasi deciso di dire basta, quando poi è arrivata la chiamata della Lotto Soudal, e oggi la bellissima vittoria, e che vittoria in una gara World Tour, dietro come detto Richie Porte e terzo il nostro Matteo Boaro(Astana), benissimo anche Diego Ulissi sesto di giornata ma secondo nella classifica Generale, brutta botta invece per Daryl Impey, che perde addirrittura 25” da Porte.

ORDINE D’ARRIVO:

Matthew Holmes (Lotto Soudal) 3h:24′:54”
Richie Porte (Trek-Segaffredo) +0:03”
Manuele Boaro (Astana) +0:04”
Bruno Armariail (Groupama-FDJ) +0:07”
Micheal Storer (Team Sunweb) +0:07”
Diego Ulissi (UAE Team Emirates) +0:07”
Simon Geschke(CCC) +0:07”
Rohan Dennis (Team Ineos) +0:07”
Dylan Van Baarle (Team Ineos) +0:07”
Simon Yates (Michelton-Scott) +0:23”

CLASSIFICA GENERALE:

Richie Porte (Trek-Segaffredo) 20h:37′:08”
Diego Ulissi (UAE Team Emirates) +0:25”
Simon Geschke (CCC) +0:25”
Rohan Dennis (Team Ineos) +0:25”
Dylan Van Baarle (Team Ineos) +0:25”
Daryl Impey (Michelton-Scott) +0:30”
Simon Yates (Michelton-Scott) +0:37”
George Bennet (Team Jumbo Visma) +0:46”
Lucas Hamilton (Michelton Scott) +0:52”
Herman Parnsteiner (Bahrein-Mclaren)+0:54”

 

DI GIACOMO BIAGINI

ph: Official Facebook Tour Down Under @TourDownUnder2020

Copyright © 2019 by Sport Fiorentina edito da Urban Studios. - Privacy Policy.
Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il Numero Registro Stampa 6102 del 29/05/2019.
P.IVA: 02417440977 // Direttore Responsabile Paolo Giuliani // Editore: Federica Falciani